Questo sito usa cookies. sto lavorando per ripulirlo ed adeguarlo alle direttive dello stato italiano. nel frattempo, se la cosa non vi va, potete o abbandonare la navigazione o disabilitare i cookies nel vostro browser. non capisco come mai lo stato obbliga tutti i webmaster a implementare una pagina per disabilitare i cookies quando tutti i browser piu' diffusi permettono gia' di disabilitarli lato client, ma non ci posso fare nulla.

 
Sei un nuovo utente....
Registrati per i nuovi servizi!

All times' favorites
Le ricette di Pierre
Il quaderno di casa Magnaghi-Zorzoli
Mailing list
Altri siti golosi
Té e dintorni
Vetrina
Biblioteca
Per una visione migliore del sito...
Per i professionisti...
Chi siamo?
I vitigni del Piemonte
The Best of Cucina.Ita & cooknet

Le ricette di Pierre

ARROSTO DI VITELLO AI FUNGHI

Provenienza: Daniela Ferlini (FidoNet)
Data: 25/4/1992

Ingredienti:

Dosi per 4: 800

g vitello arrotolato, o un pezzo più pregiato
1 bella manciata funghi porcini secchi
1 rametto rosmarino
qualche foglia salvia
1/2 bicchiere vino bianco secco
1 dado per brodo
1 cucchiaio farina bianca
1/2 bicchiere acqua tiepida
3 cucchiai panna da cucina
burro
olio d'oliva
sale
pepe

Lega bene la carne con dello spago da cucina ed infila tra la carne e lo spago il rametto di rosmarino diviso in piccoli pezzetti e le foglie di salvia. Spolvera di pepe a piacimento.

Poni l'arrosto a rosolare in un tegame in cui avrai posto il burro e l'olio. Quando la carne sarà ben rosolata su tutti i lati, spruzza col vino bianco, lascia evaporare e bagna il tutto con un po' di acqua calda nella quale avrai sciolto il dado.

Incoperchia e lascia cuocere a fiamma moderata per almeno una mezz'oretta. Aggiungi a questo punto i funghi porcini che avrai provveduto a mettere a bagno in acqua calda all'inizio della preparazione e regola di sale. Porta a termine la cottura, girando spesso l'arrosto e bagnandolo con altra acqua calda, se ce ne fosse bisogno.

A cottura ultimata, togli l'arrosto dalla pentola, elimina pazientemente lo spago ed affetta ``l'animale".

Sciogli la farina in 1/2 bicchiere di acqua tiepida (occhio ai grumi che assolutamente non devono esserci!) e versa l'intruglio nel sughetto di funghi dell'arrosto. Mescola bene e lascia che la salsa si leghi a fiamma bassissima. Aggiungi la panna e, se ``l'intruglio" dovesse risultare troppo denso, ammorbidiscilo con un po' di latte tiepido.

Versa il tutto sulle fette di arrosto e ... buon appetito!

Nell'inammissibile caso ti avanzasse un po' di ``pociettina", puoi benissimo riciclarla come sugo per tagliatelle, ravioli, ecc.., anche come tocco finale per un risottino alla parmigiana meno anonimo.

Torna al menu

Page by R.P.

Powered By Visiant Outsourcing

Locations of visitors to this page