Questo sito usa cookies. sto lavorando per ripulirlo ed adeguarlo alle direttive dello stato italiano. nel frattempo, se la cosa non vi va, potete o abbandonare la navigazione o disabilitare i cookies nel vostro browser. non capisco come mai lo stato obbliga tutti i webmaster a implementare una pagina per disabilitare i cookies quando tutti i browser piu' diffusi permettono gia' di disabilitarli lato client, ma non ci posso fare nulla.

 
Sei un nuovo utente....
Registrati per i nuovi servizi!

All times' favorites
Le ricette di Pierre
Il quaderno di casa Magnaghi-Zorzoli
Mailing list
Altri siti golosi
Té e dintorni
Vetrina
Biblioteca
Per una visione migliore del sito...
Per i professionisti...
Chi siamo?
I vitigni del Piemonte
The Best of Cucina.Ita & cooknet

Le ricette di Pierre

POLLO AL SALE

Provenienza: Marco Minardi (FidoNet)
Data: 24/10/1991

C'è anche il pollo alla creta, che sostanzialmente è un pollo cotto ``avvolgendolo" nella creta e così infornato.

Data la non non proprio usuale presenza nella propria cucina di un bel po' di creta con cui avvolgere il pollo consiglio la piccola variante del pollo al sale.

Io lo faccio spesso perché viene buono ed in più è ``dietetico" nel senso che, volendo, lo si puo' cuocere benissimo senza uso di olio né grassi e tutto il grasso del pollo trasuda via dalla pelle ...

Ingredienti:
1 pollo
5 kg sale grosso
1 martello

A ciò va aggiunto tutto quanto fa spettacolo per farcire/condire il pollo ossia spezie varie, sale (sì bisogna salarlo come si salerebbe un normale pollo arrosto) limone e tutto quello che più vi piace ...

Condire bene il pollo con quello che volete, come fareste con un normale pollo arrosto. Potete mettergli nella pancia pancetta, salsiccia, quello che volete.

Chiudete il buco che è servito per levare le interiora (e per condire il pollo) con un mezzo limone (non spremuto) rivolgendo la parte della buccia verso l'esterno. Lo scopo è quello di ottenere che tutto il corpo del pollo sia ricoperto dalla sua pelle ed il limone chiuda il buco per evitare che vi entri il sale. Perché il limone rimanga ben fermo al suo posto legate con lo spago le due cosce in modo da avvicinarle il più possibile.

Ed ora la parte ``artistica": prendete un contenitore da forno dai bordi alti e di dimensioni tali che il pollo messo al centro abbia mezza spanna di spazio in ogni lato. Nel caso non si disponesse di un contenitore da forno con i bordi alti disporre due o tre strisce abbondanti di carta d'alluminio (4--5 volte la dimsione massima del contenitore) al centro dello stesso in modo che poi il tutto possa essere racchiuso in un ``scacchetto" d'alluminio.

Disporre uno strato di sale di 3--4 dita sul fondo del contenitore e poi adagiatevi al centro il pollo. Poi continuate con il sale fino a ricoprire completamente il pollo in modo che in ogni direzione sia circondato da almeno uno stato di due dita di sale grosso. Vi verrà fuori una sorta di Vesuvio di sale.

Infornate in forno (e dove s'inforna altrimenti ? ;-) ) ben caldo e lasciate cuocere 40--50 minuti e poi munitevi di martello.

Piccola nota: per non spargere il sale per tutta la casa (e poi che le sente la mamma, la moglie, la suocera ?), prima di aprire la montagna di sale, mettetevi sotto un bel po' di giornali vecchi

Ora siete pronti ad aprire la montagnola: il sopra dovrebbe venire via bene; il problema è il basso perché il sale con tutto il grasso che è trasudato dal pollo è diventato un monoblocco

Usate il martello cercando di danneggiare il meno possibile il pollo.

Poi con un pennello da cucina ripulite delicatamente la pelle da gli ultimi grani di sale in modo che quando lo farete a pezzi non vadano sulla carne.

Torna al menu

Page by R.P.

Powered By Visiant Outsourcing

Locations of visitors to this page